Godi Roma: quando il derby diventa l’incubo dei laziali

Godi Roma: quando il derby diventa l’incubo dei laziali

In attesa della stracittadina di domenica, ecco cinque momenti di puro godimento assoluto dei romanisti

L’AUTOGOL DI NEGRO

Un must intramontabile. Non c’è romanista che non condivida il famoso autogol di Negro su tutte le bacheche dei suoi social nella settimana prima del derby. E’ il 17 dicembre 2000, la Lazio è campione d’Italia e sfida una Roma che da lì a 7 mesi le avrebbe sottratto lo scudetto, portandolo dalla Curva Nord alla Curva Sud. I giallorossi arrivano all’appuntamento da primi in classifica e per larga parte del match sovrastano i biancocelesti, senza però riuscire a trovare il gol. Poi, al 70’, la svolta. Siamo sotto la Nord, Cafu crossa in mezzo per Zanetti che colpisce di testa. Peruzzi para, ma sul rinvio di Nesta il pallone sbatte sul malcapitato Negro e finisce in porta. E’ 1-0. Il difensore si stringe al palo con la faccia rassegnata, quasi come se già sapesse che quell’autogol costerà alla Lazio la “scucitura” dello scudetto a favore degli odiati cugini. La Nord è ammutolita, la Sud è in festa. Sette mesi dopo sarà tricolore.

Lazio v Roma X

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy