Il ruggito di Strootman

Il ruggito di Strootman

Tiene alta la tensione in allenamento il centrocampista olandese dopo esser stato ripreso da Luca Pellegrini che prova a far notare come si sia trovato “tre contro uno”. L’ex Psv non ci sta e fa la voce grossa

di Francesco Balzani, @FrancescoBalza8
Allenamento AS Roma Nella foto: Strootman

Mufasa contro Simba. Oggi nella savana di Trigoria i ruggiti tra Strootman e Luca Pellegrini hanno scosso il terzo giorno di ritiro vissuto tra i commenti per l’arrivo di Cristiano Ronaldo e le prime parole di Di Francesco. Niente di preoccupante, chiariamo. Anzi, il segno che già si fa sul serio. Che già c’è fame di vittorie. Lo scontro tra il Re Leone e il giovane Pellegrini è avvenuto durante la partitella. Luca prova a far notare che si è trovato “tre contro uno”, in una situazione di inferiorità numerica, dunque. Parole che scatenano il ruggito di Kevin: “Ma quale tre contro uno, ma quale contro uno, ma che dici”. Un urlo che squarcia una Trigoria stavolta con pochi spettatori (parliamo dei giornalisti) mentre domani al Tre Fontane saranno 2500 i tifosi che potranno riabbracciare la loro amata. Ma torniamo ai due leoni. Pellegrini prova a rispondere a bassa voce, Strootman fa segno: “A dopo…”. Per niente rassicurante. Ad urlare però non è solo Strootman. Di Francesco usa spesso la voce alta, soprattutto per i movimenti a centrocampo. E durante le prove tattiche cerca di farsi capire senza traduttore da Coric e Kluivert. Poi, mentre tutti si dissetano, il duello Strootman-Pellegrini prosegue, tanto che il saggio Eusebio, a fine allenamento, si mette in mezzo per tranquillizzare le acque. Operazione riuscita. A proposito di acqua. Qualche ora prima il nutrizionista giallorosso, Guido Rillo, aveva avvisato: “L’alcool è il peggior nemico dei giocatori”. Un messaggio velato a un paio di ex? Forse…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy