Di Natale: “Io e Totti abbiamo fatto la storia, ma lui ha ancora voglia di calcio”

Di Natale: “Io e Totti abbiamo fatto la storia, ma lui ha ancora voglia di calcio”

L’ex attaccante dell’Udinese: “Insigne può arrivare al livello di Francesco: fa le giocate da top player e si è messo a segnare”

L’ex attaccante dell’Udinese e della Nazionale, Antonio Di Natale, ha rilasciato un’intervista al quotidiano la Gazzetta dello Sport. Queste le sue dichiarazioni sul campionato e Francesco Totti.

A maggio 2016 ha detto basta. E non si è pentito.
“Non avevo più voglia, si era spento il motore, ho capito che era arrivato il momento. Ho fatto più di 20 anni e ora non sento la smania di giocare. Magari a una partita benefica di alto livello vado. Io e Francesco Totti abbiamo fatto la storia, lui forse aveva ancora voglia e ha proseguito nel percorso da dirigente. Ma il calcio è una ruota che gira dove conti quando servi, poi tutto finisce. Guardi Toni, è rimasto un altro anno a Verona, poi addio”.

C’è qualcuno che può arrivare ad essere un Totti, un Di Natale, un Del Piero, un Baggio?
“Insigne. E’ bravissimo. Fa le giocate da top player e si è messo a segnare. Gli dissi un giorno a Udine che doveva segnare di più, lo fa”.

Scudetto?
“La Juve è favorita. Ancora. Ma il Napoli ha ridotto il gap, non spreca più e Sarri è bravo. Mi avesse allenato lui avrei fatto sempre 20 gol. Mi sembra di rivedere la qualità che diede Guidolin, palla a terra e gioco di prima”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy