De Rossi in Spagna per il recupero. Petrachi sorpassa Campos

De Rossi in Spagna per il recupero. Petrachi sorpassa Campos

Il capitano giallorosso a Barcellona per bruciare le tappe dopo l’infortunio, mentre a Boston si decide il futuro dell’area tecnica

di Gianluca Viscogliosi

Si proverà il tutto per tutto per tentare di avere De Rossi per il maggior numero di partite possibili in questo finale di campionato. Il capitano giallorosso è volato in mattinata a Barcellona per tornare nella clinica che ha già ospitato in passato numerosi calciatori della Roma, con l’obbiettivo dichiarato di abbassare sensibilmente i tempi di recupero dopo la lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia destra. Sta di fatto che il numero 16 non ci sarà nella delicata sfida di sabato, lo scontro con i grandi ex, Luciano Spalletti e Radja Nainggolan, che potrebbe, in caso di vittoria giallorossa, riaprire anche i giochi per il terzo posto, avendo l’Inter in calendario anche l’appuntamento nel Derby d’Italia con la Juventus. Sarà grande ex anche Claudio Ranieri, che scioglierà probabilmente qualche dubbio di formazione già nella mattinata di giovedì ma che avrà soprattutto il compito di continuare ad accrescere la convinzione di un gruppo apparso di nuovo fiero e combattivo nella piovosa vittoria contro l’Udinese.

QUI BOSTON – Se in Spagna De Rossi sarà impegnato con il recupero fisico, nella costa est americana si potrebbe decidere in questi giorni gran parte del futuro tecnico della Roma. Nel frattempo, a sbrogliare qualche nodo, ci ha pensato il Presidente del Lille Gerard Lopez, con parole chiare e nette: “Qualcuno ha provato a strapparcelo, ma posso affermare che Campos rimarrà con noi per altri anni“. A fare da eco al numero uno dei francesi sarebbe poi arrivato in giornata anche James Pallotta, più indirizzato forse a una pista italiana, avendo ancora ricordi freschi dell’avventura poco fortunata con lo spagnolo Monchi. Avanza quindi nella classifica di gradimento il diesse del Toro, Gianluca Petrachi, che nonostante le smentite del Presidente Cairo nei giorni scorsi, sarebbe in pole positon per il ruolo di direttore sportivo nella nuova Roma del futuro.

QUI ROMA – Lontano dagli spifferi e dai sussurri bostoniani, a Trigoria Claudio Ranieri prosegue il lavoro in vista del match del Meazza. Mentre l’Inter scalda i motori e aspetta buone nuove dal fronte infortunati, può sorridere il tecnico giallorosso, che recupera lo squalificato Kolarov,  ma che deve fare i conti con le soluzione contate a centrocampo, considerate le assenze di De Rossi e Nzonzi per infortunio. Il francese è alle prese con un problema fisico che potrebbe farlo rimanere ai box contro i nerazzurri, problema che Ranieri potrebbe superare proponendo in mediana tanto talento e gioventù, con Zaniolo, Pellegrini e Cristante. Ed è stato proprio quest’ultimo a lanciare la carica all’ambiente, catechizzando tifosi e compagni di squadra puntando diritto l’obbiettivo San Siro. Una sliding door fondamentale per il futuro e per le ambizioni Champions della squadra giallorossa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy