Da Orsato a Orsato, la Var non perdona. Roma, senza moviola saresti a 43 punti – FOTO

Da Orsato a Orsato, la Var non perdona. Roma, senza moviola saresti a 43 punti – FOTO

Tutto è iniziato con l’arbitro che ieri ha annullato due gol ai giallorossi, quando 4 mesi fa alla Var non concesse il rigore a Perotti contro l’Inter. Da quel giorno poche volte la tecnologia ha cambiato il destino dei giallorossi in positivo. Ecco cosa sarebbe successo senza

I DUE GOL ANNULLATI COL SASSUOLO

Iniziamo dalla fine. La Roma scende in campo per rilanciarsi dopo la sconfitta contro la Juventus. Davanti ha il Sassuolo, che resiste 31’ fino al gol dell’ex Pellegrini. Sembra la rete scaccia crisi, ma così non è. La Roma non chiude la partita, ma realizza due gol irregolari segnalati grazie alla Var. Il primo a vederselo annullare è Dzeko, catturato in fuorigioco già dal guardalinee. Decisione confermata anche dalla tecnologia, che fotografa la spalla del bosniaco oltre l’ultimo uomo neroverde. Poi il pareggio e l’episodio chiave. Florenzi penetra in area e trafigge Consigli all’85’. Esultanza pazza, stadio in delirio. Ma Orsato chiama la Var e ancora una volta annulla. C’è Under in fuorigioco che rientra e fa blocco su Acerbi. Così, la tecnologia toglie (giustamente) 2 punti alla Roma che fino all’anno scorso avrebbe avuto in tasca. È solo l’ultimo di una serie di episodi “a sfavore” dei giallorossi.

Roma-Sassuolo Orsato Var

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy