Caso Malcom, l’agente: “Al Barcellona per ripicca. La Roma si è comportata male”

Caso Malcom, l’agente: “Al Barcellona per ripicca. La Roma si è comportata male”

Uno dei procuratori svela il retroscena della beffa mercato di questa estate

di Redazione, @forzaroma

Nuovo capitolo nella telenovela Malcom. Dopo le accuse di Monchi e di Pallotta, che non ha gradito il comportamento del Barcellona, Leonardo Cornacini, uno degli agenti del brasiliano, svela un nuovo motivo del mancato arrivo del giocatore in giallorosso. Le sue parole a tuttomercatoweb:

“La verità è che abbiamo deciso di non portare Malcom in giallorosso perché la Roma non si è comportata bene con noi“.

Si spieghi meglio, Cornacini…
Stavamo lavorando all’operazione Fuzato. Che è un nostro calciatore. Poi la Roma l’ha fatta chiudere ad un altro agente, contro il quale, è bene precisarlo, non abbiamo nulla.

Insomma, una vera ripicca.
Sì. Esatto. Dispiace dirlo, ma è così. La Roma si era comportata male con noi dieci giorni prima con l’affare Fuzato. E abbiamo ricambiato con lo stesso comportamento. Visto l’atteggiamento assunto nei nostri confronti abbiamo deciso, insieme a Malcom, che la destinazione migliore non fosse quella giallorossa. E poi sempre nello stesso affare Malcom, Monchi aveva coinvolto altri intermediari. Oggi comunque Malcom è felice di essere un nuovo rinforzo del Barcellona.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. joey8_915 - 2 mesi fa

    Ceeeerto…e poi c’era la marmotta che confezionava cioccolata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. teoboss - 2 mesi fa

    dei veri geni … l’avrebbero rivenduto al barcellona fra 2 anni ottenendo + del doppio di commissioni …

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per forzaRoma // fine configurazione per forzaRoma