Addio De Rossi, Lippi: “Se potesse finirebbe la carriera alla Roma. Non vedo suoi eredi”

Addio De Rossi, Lippi: “Se potesse finirebbe la carriera alla Roma. Non vedo suoi eredi”

Parla il c.t. della Nazionale campione del mondo nel 2006: ” Siccome la voglia di giocare è ancora grande, ha deciso di andare altrove per non smettere. Ci siamo goduti questa persona straordinaria, un grande campione e un ragazzo fantastico”

di Redazione, @forzaroma

L’addio di De Rossi alla Roma ha scosso l’intero mondo del calcio. Oggi Marcello Lippi, c.t della Nazionale campione del mondo del 2006 proprio con Daniele in campo, è intervenuto ai microfoni di Radio Capital per parlare di lui: “Sono convinto che se potesse finirebbe la carriera a Roma. È una mia impressione, non ho parlato con Daniele. Probabilmente, siccome la voglia di giocare è ancora grande, ha deciso di andare altrove per non smettere. Ci siamo goduti questa persona straordinaria, un grande campione e un ragazzo fantastico. Ma ha commesso anche lui qualche erroruccio, come l’espulsione ai Mondiali del 2006. Mi dicevano che non meritava di giocare la finale ma io lo schierai e segnò anche uno dei rigori decisivi“. Per l’attuale direttore tecnico della Cina, De Rossi non ha eredi: “È un giocatore molto particolare, che ha segnato tanto e si è prestato a tante soluzioni tattiche. Non vedo in questo momento altri giocatori con queste caratteristiche”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy